venerdì 15 aprile 2016

"Grazie per la giornata speciale"... Il Vivicittà in carcere

E' andata anche questa Vivicittà in carcere, l'iniziativa voluta dall'amministrazione penitenziaria in stretta collaborazione con la Uisp locale.
Questa mattina hanno varcato l'ingresso del Carcere di San Michele, in ordine alfabetico: Daniela Bertocchi, Simone Canepa, Martina Garbarino, Concetta Graci, Fabrizio Reale e Adriana Zuccalà. Alla presenza del direttore del Carcere Domenico Arena e del presidente della Uisp Alessandria Mara Scagni hanno corso 16 detenuti e 6 podisti per una mattinata dall'alto valore simbolico.

Le proposte nate sul momento
Il fitto chiacchiericcio durante la corsa tra i presenti, confermati durante le premiazioni e i saluti finali, quello di riproporre la StrAlessandria in carcere la mattina del 13 maggio e quello di cercare di portare uno o più esterni del Carcere, segnalati dalla UISP, per "allenare" i detenuti in vista dell'appuntamento della stracittadina. Un ulteriore impegno quindi nella visione di rieducazione del regime carcerario

La corsa
L'agonismo non è mancato, al via detenuti e podisti intervenuti sono partiti come se si trattasse della corsa domenicale. Qualche detenuto ha desistito prima di riuscire compiere i 6 giri da 800 metri previsti, ma alla fine un riconoscimento è stato dato a tutti. Il più veloce ancora una volta è stato Simone Canepa in 15'49" e Concetta Graci in 19'30". Dei detenuti su Il Monferrato cartaceo di martedì sarà fatto il nome di battesimo e il suo tempo

L'episodio divertente
Prima della partenza, tutti pronti per la foto di gruppo con il nastro del Vivicittà e uno dei presenti dotato di macchina fotografica ha scattato e ha iniziato a camminare all'indietro per immortalare la partenza. Al quarto passo è "volato" all'indietro facendo un capitombolo con grande ilarità dei presenti... Ero io che sono caduto per una scena degna di Paperissima!

La conclusione
"5" tra i podisti, qualche abbraccio solidale, il piacere di tutti ad esser stati presente e le parole di uno dei detenuti che mi sono scritto mentre le pronunciava:"Grazie per la giornata speciale". Parole che valgono un giorno di ferie usate per esserci

Martedì su Il Monferrato cartaceo la foto fatta all'interno del carcere con detenuti e atleti


2 commenti:

  1. bellissima iniziativa. La corsa è molto più di quello che può sembrare.

    RispondiElimina